Video

Loading...

sabato 13 marzo 2010

A qualcuno devo dirlo...

...e purtroppo per voi, ho deciso di rendervi partecipi di questo mio pensiero che mi perseguita da troppi giorni. L'argomento è ben diverso da quello che solitamente tratto in questo mio minuscolo spazio virtuale a cui, ahimè, non posso dedicare, per problemi di tempo, tutte le attenzioni che vorrei. Vi chiedo innanzi tutto scusa per le assenze prolungate ma sono iniziate le lezioni all'Università e mi resta davvero poco tempo tra studio, tirocinio in ospedale e lezioni, per poter scrivere un po'.
Ma torniamo a noi ed al motivo per cui ho deciso di tediarvi: l'altro giorno ho chiesto alla mia migliore amica se secondo lei sono una persona buona e perchè. Lei non ci ha persato nemmeno un secondo e mi ha risposto: "Certo che sei una persona buona, non faresti male ad una mosca!"
Ecco, siamo fregati!!!
Scommetto che potrei fare la stessa domanda a milioni di persone, la risposta non cambierebbe di una virgola!!!
Ecco perchè siamo fregati!
Ma fregati in modo irrimediabile...Viviamo in un mondo in cui per essere buoni basta non far nulla di male. Ma per essere buoni non si dovrebbe far del bene oltre a non far del male?
Ormai ci meritiamo di esser nominati tra i buoni solo perchè non abbiamo mai fatto un torto, perchè non siamo disonesti, perchè ci commuoviamo davanti al dolore della gente...ma poi in realtà di giusto facciamo ben poco, ci limitiamo a guardare il male e ad allontanarci da questo ma non muoviamo un dito, una cellula, un pelo per far si che questo non venga fatto, non facciamo nulla per evitare le ingiustizie, le cattiverie, non ci adoperiamo per il bene e ci sembra che basti dissentire da questo per avere la coscienza pulita.
Ma non è così!
Non basta avere pensieri buoni per essere buoni (scusate la ripetizione), non basta non far del male per essere giusti!
C'è chi dona la sua vita a gli altri, c'è chi va per le strade a portare amore...LORO SONO I GIUSTI, loro sono quelli buoni!
Nessuno merita di esser assimilato tra i giusti solo perchè non ha mai fatto del male...direi che noi siamo più in uno stato di neutralità, che poi tanto neutralità non è, perchè non facciamo male ma non impediamo nemmeno che venga fatto.
Il problema di fondo è che ormai il male è una cosa quotidiana, non ci stupisce più, e quindi quando qualcuno non commette malvagità sembra una perla rara in un campo di sterco: ma non è così!!!
Più che perla rara mi sento un fondo di bottiglia, tutto rotto e nemmeno tanto pulito!

14 commenti:

  1. Cerca di essere onesta con te stessa e di non mentire MAI alla tua coscienza.
    Buono o cattivo è spesso un concetto opinabile.
    Attieniti sempre a questo semplice principio:
    Quod tibi non nocet et alteri prodest, id est faciendum.
    "Ciò che non ti danneggia ed è utile agli altri, questo va fatto".
    Burchardus, vescovo di Worms

    RispondiElimina
  2. C'è una canzone che dice :"L'indifferenza è il più grave peccato mortale!"

    RispondiElimina
  3. La conosco quella canzone ;-)
    dovremmo andare in strada forse e fare ciò che può essere utile! Basta davvero poco per sentirsi dalla parte dei giusti... esserlo è un'altra cosa, proprio come dici tu!

    GM C

    RispondiElimina
  4. Sono d'accordo con PEPE e con GM C.

    RispondiElimina
  5. Vedi, essere giusti e buoni non vuol dire per forza di cose fare grandi azioni ma nella vita quotidiana comportarsi ed agire secondo quei criteri. Non sempre si può agire sui massimi sistemi. Ma scriverne, cercare quando possibile di agire più in grande e, come fai tu, sensibilizzare concretamente su situazioni difficili inerenti malattie gravi ed anche rare a volte, cercando di spingerci ad aiutare la ricerca o, per es, a donare midollo spinale, non sono cose da poco. Per fare grandi cose si ha bisogno anche degli altri che quantomeno ti seguano. E non é facile.

    La cosa più amara che si evince da questo post, é che essere buoni sembra voler significare essere ingenui e privi di forza di volontà. Come se il buono d'animo fosse come un bimbo indifeso e (per alcuni forse) anche stupido.

    Essere come sei tu, é già un grande atto d'eroismo in un mondo freddo ed indiffrente come quello di oggi.

    Ciao
    Daniele

    RispondiElimina
  6. Cito ciò che ho detto ad una mia amica sabato. A parole tutti siamo buoni e bravi predicatori, oratori dai buoni propositi. Ma nessuno ha veramente seguito la via di Cristo. Cristo non stava sullaltare nel Sinedrio, ma é sceso tra il popolo, si é fatto popolo, povero, per capire e aiutare.
    Madre Teresa di Calcutta non ha detto solo belle frasi che sono poi diventati dei bellissimi aforismi. Lei é scesa per strada, tra i morenti, prelevandoli uno ad uno e portandoli nella sua Casa a costo di essere denunciata e arrestata. A sfidato la lebbra, e tant'altro. Ghandi...non ha solo avuto belle parole da spendere per la sua Nazione. Lui ha agito e con le sue azioni ha ispirato molti movimenti di difesa dei diritti civili e grandi personalità quali Martin Luther King, Nelson Mandela e Aung San Suu Kyi. L'altro giorno ho voluto postare un suo pensiero nel mio blog Tutto é Sacro ( e poi termino):Sii tu il cambiamento che vuoi vedere avvenire nel mondo. A voi le riflessioni
    By Lilly

    RispondiElimina
  7. E' un pensiero molto profondo, hai fatto riflettere anche me. Penso che tu sia gia' molto forte per come ti batti per diffondere le notizie importanti che possono aiutare gli latri. Io per questo ti ammiro molto!

    RispondiElimina
  8. ha ragione il "mago" mi raccomando stai su!
    un saluto

    RispondiElimina
  9. io credo che essere buoni non sia il vero punto. I buoni sono quelli di cui parli tu.
    La prima cosa è essere onesti, corretti, scrupolosi, nei rapporti personali e collettivi
    poi, per chi sa e può, si può salire qualche scalino in più, piano piano
    sei una "buona" persona
    marina

    RispondiElimina
  10. sai ...da un seme piccolissimo ..nascono fiori bellissimi...una goccia dopo l'altra riempie il vaso ...una parola dopo l'altra ...un sorriso...una carezza...guariscono...e io penso che nella quotidianità della tua "missione" si potrà leggere la tua bontà
    un abbraccio

    RispondiElimina
  11. sei una persona molto profonda e sensibile...chi , come te si pone determinate domande è secondo me una persona perbene.Sono contenta di averti incrociata.

    RispondiElimina
  12. MinervaBianca dove sei? Tutto bene?
    Maurizio

    RispondiElimina
  13. Non fare del male al prossimo è già positivo, volere il suo bene è ancora meglio.
    L'importante è avere idee giuste nella mente e nel cuore e si fa già del bene..

    RispondiElimina
  14. Io sono convinta che sia "l'agire" che fa la differenza fra il bene ed il male (anche se questo concetto è discutibile..).
    E'fare qualcosa per se stessi, ancorchè per gli altri. Anche piccole cose, anche solo pensieri che si manifestino in qualcosa di reale. Buono è occuparsi di noi in maniera globale e cioè far si che i nostri desideri abbiano un compimento e si manifestino in maniera positiva anche sugli altri.
    Amare se stessi è il primo passo per essere pronti ad amare tutto il resto...essere aperti al FARE, ORA.

    Un saluto e ... grazie del commento sulla mia pagina.
    Joh

    RispondiElimina