Video

Loading...

sabato 20 febbraio 2010

La GRAVIDANZA (esami da eseguire)

Prendersi cura di un bambino vuol dire dargli tutte le attenzioni possibili fin dalla vita intrauterina e per questo ho deciso di parlarvi della gravidanza. Poiché l'argomento è molto vasto ho deciso di dividerlo in più post trattando tematiche diverse...

Oggi si parla quindi degli ESAMI DA ESEGUIRE IN GRAVIDANZA

Ma come facciamo a sapere se siamo in dolce attesa?
Tanti sono i sintomi che possono indicare l'inizio di una gravidanza...ma bisogna tener presente che non tutte le gravidanze sono uguali e ogni donna vive sensazioni differenti:
-assenza di mestruazioni
-ritardo insolito
-nausea e vomito
-cambiamento della libido
-ingrossamento del seno e senso di tensione
-dolore al basso ventre
-aumento della temperatura basale
-stanchezza
-perdite ematiche
-test di gravidanza positivo
questi stessi sintomi, però, possono essere segnale anche dell'arrivo delle mestruazioni e lo stesso ritardo mestruale può essere dovuto al forte desiderio di rimanere incinta.

Ormai da molti anni sono in commercio i test di gravidanza fai da te, utili strumenti per confermare od escludere la gravidanza con sicurezza; essi si basano sul dosaggio della gonadotropina corionica (HCG) nelle urine (le analisi di laboratorio ricercano questo stesso ormone nel sangue); questo ormone viene prodotto dalla placenta ed è quindi molto difficile che vi sia un risultato falso positivo; se questa eventualità si dovesse verificare ci sono diverse ipotesi: potrebbe essersi verificato un aborto spontaneo, potrebbe verificarsi l'inizio della menopausa; inoltre un falso positivo viene provocato anche dall'assunzione di farmaci contro l'infertilità.
Il risultato di questi test è da ritenersi completamente attendibile a partire dal settimo giorno di ritardo del ciclo.
Convenzionalmente tutti gli specialisti considerano come inizio di gravidanza il rpimo giorno dell'ultima mestuazione (viene detta epoca gestazionale); la gravidanza dura 40 settimane, cioè 9 mesi più una settimana.
Vengono poi valutate l'età ultrasonografica che viene calcolata in base alle misure del feto rilevate ecograficamente, e la data presunta del parto che rapprensenta la data in cui, ipoteticamente, dovrebbe avvenire il parto.

Durante la gravidanza devono essere svolti diversi esami, in base alla settimana di gestazione:

Esami da eseguire fino alla 13asettimana:
-esame delle urine, emocromo, glucosio, transaminasi;
-ricerca degli anticorpi contro: virus della rosolia, toxoplasma, treponema pallidum (che provoca la sifilide), Hiv 1 e 2,
-gruppo sanguigno (a meno che non ci sia già un tesserino sanitario che lo identifichi)
-test di coombs indiretto

E' importante informare il ginecologo se nella famiglia sono presenti malattie genetiche ereditarie, se si è affette da diabete, ipertensione, malattie tiroidee, trombosi...è importante anche segnalare se si sono verificati in precedenza aborti e se si sono assunti farmaci.


La donna può procedere con le sue mormali abitudini alimentari ricordando che è importante lavare molto bene la frutta e la verdura, evitare di mangiare cibi non cotti.
Ricordarsi inoltre di prenotare la prima ecografia morfologica: queste di regola sono 3, è poi possibile eseguirne altre per valutare la vitalità, la crescita, le modificazioni della placenta.
Le ecografie morfologiche servono: la prima viene fatta alla prima visita e serve a stabilire la datazione, la sede e il numero degli embrioni; quella delle 19-21 settimane serve a valutare eventuali malformazioni; quella della 30-32 settimana serve a rilevare malformazioni, crescita fetale ed eventuali patologie ostetriche.

Esami da eseguire tra la 14a e la 18a settimana:
-esame delle urine
-anticorpi contro il toxoplasma (a meno che l'esame precedente non sia stato positivo)
-pap test e tampone vaginale per la ricerca di infezioni silenti
-amniocentesi

Esami da eseguire tha la 19a e la 23a settimana:
-esame delle urine
-ripetere la ricerca degli anticorpi contro il toxoplasma se precedentemente il test era negativo
-ecografia morfologica

Esami da eseguire tra la 24a e la 32a settimana:
-esame delle urine,
-se si sospetta diabete effettuare minicurva da carico di glucosio

Esami da eseguire tra la 33a e la 37a settimana:
-esame delle urine
-ricerca degliu anticorpi contro il virus dell'epatite B e C, HIV
-test di Coomb indiretto
-tampone vaginale
-elettrocardiogramma

Esami da eseguire tra la 38a e la 40a settimana:
-esame delle urine
-cardiotocografia
-controllo del liquido amniotico
-si consiglia inoltre di controllare la pressione arteriosa

Una volta compiunta la 40a settimana si procede con analisi che vengono fatte in ospedale:
-esame delle urine
-cardiotocografia
-controllo del liquido amniotico

Molto importante è la diagnosi prenatale delle anomalie cromosomiche, che possono provocare la sindrome di Down e altre patologie caratterizzate da malformazioni e ritardo della crescita.
E' inoltre importante tener presente che con l'aumentare dell'età materna aumenta anche il rischio di generare bambini affetti da queste patologie.
In età prenatale le indagini che possono essere effettuate sono il prelievo dai villi coriali (da 11a a 13a settimana) e l'amniocentesi (da 15a a 17a settimana), questi esami sono però invasivi e c'è la possibilità dello 0,5-1% che si abbia un'interruzione di gravidanza.
Questi esami danno la certezza che i cromosomi siano normali ma non danno alcuna informazione su malattie genetiche non legate ad alterazioni cromosomiche (p.e. la talassemia)

12 commenti:

  1. Mi hai fatto tornare indietro nel tempo, al periodo più bello che una donna possa mai desiderare. Sentire il suo corpo cambiare, il dubio, le miriadi di domande che ti assalgono, il desiderio di informazione, di essere una madre coscente e in piena sintonia con la sua vita e il suo sentirsi bella e speciale...
    un bellissimo post
    sai essere sempre molto sensibile
    buon fine settimana
    Lilly

    RispondiElimina
  2. Quanti ricordi...ciao e... grazie!

    RispondiElimina
  3. Credo che sia il massimo per una donna...

    RispondiElimina
  4. sono passata per un saluto ...buon pomeriggio...kisssssssss

    RispondiElimina
  5. Ciao! Bravissima, grazie per aver pubblicato questo post utilissimo! Le donne devono essere informate e seguire questo momento con consapevolezza e serenita'. Hai un blog utile, interessante e molto bello come grafica! Complimenti!!! Un abbraccio!

    RispondiElimina
  6. volevo solo ringraziarvi...come sempre siete fin troppo genitli

    RispondiElimina
  7. Ciao minervabianca, finalmente posso passare a trovarti. La tua idea si completa con questo percorso, iniziare dalla gravidanza e da ciò che bisogna fare, accompagnare una vita dal concepimento in poi, fino a quando ci è consentito di fare, è un dono senza eguali!
    Smack

    GM C

    RispondiElimina
  8. informazioni come sempre utili.
    un saluto

    RispondiElimina
  9. Cara Minervabianca,
    mi hai fatto ritornare a "qualche" anno fa quando aspettavo mio figlio...un dono magnifico perchè è arrivato in un periodo molto triste della nostra vita ed è stato la nostra ancora di salvezza...
    Auguro a tutte le donne che lo desiderano di realizzare questo sogno.
    Un baciooooo

    ps. nel mio blog dei premi ti aspetta un pensierino e, se lo gradisci puoi ritirarlo in questa pagina:

    http://ciliegine-sulla-torta.blogspot.com/2010/02/buon-san-valentino.html

    ciaooooooooooooo

    RispondiElimina
  10. un giorno lo metterò in pratica.. per ora lo sogno solo :)

    RispondiElimina
  11. Minerva , aspettare mio figlio è stato il periodo più sereno della mia vita e il giorno in cui nacque il giorno più bello.

    RispondiElimina
  12. anche io per adesso sogno quel momento e sono sicura sarà quello più bello della mia vita...
    un bacio a tutti

    @Pasticcino: come sempre sei gentilissima un abbraccio speciale

    RispondiElimina