Video

Loading...

mercoledì 24 febbraio 2010

Gravidanza: complicanze delle fasi iniziali e disturbi più frequenti durante la gestazione

Oggi vi parlo di due argomenti molto importanti, sempre per quanto riguarda la gravidanza: si tratta delle complicanze e dei disturbi più frequenti a cui vanno in contro le mamme in dolce attesa e cercherò anche di suggerire qualche valido rimedio

COMPLICANZE DELLE FASI INIZIALI DELLA GRAVIDANZA

ABORTO PRECOCISSIMO:
per riassorbimento o eliminazione dell'embrione in poche settimane in seguito a molteplici cause; se si ha l'eliminazione spontanea di tutti i residui ovulari e la veloce remissione di tutti i sintomi (febbre, emissioni purulente e persistenti...) non è necessaria una revisione strumentale della cavità uterina; si manifesta per lo più con mestruazioni abbondanti.

MINACCIA D'ABORTO:
è una condizione in cui la gravidanza può esser messa a rischio dall'azione di agenti molto diversi; spesso i sintomi sono rappresentati da perdite ematiche e dolori al basso addome, ma spesso possono essere completamente assenti. Molto importante è l'ecografia che serve a determinare la sede dell'impianto, la presenza dell'embrione, la sua morfologia e a controllare la presenza del battito cardiaco (se è rallentato si ha sofferenza fetale); altri indici molto importanti sono il dosaggio dell' HCG (se non incrementa o addirittura diminuisce vi è un alto rischio d'aborto).
La prognosi dipende quindi da molti fattori che vanno vagliati attentamente.

ABORTO:
spesso si manifesta con perdite ematiche abbondanti ma non mancano i casi in cui i sintomi sono completamente assenti; l'HCG tende a diminuire, sarà assente il battito cardiaco dell'embrione e si potranno riscontrare all'ecografia raccolte di sangue intrauterine

UOVO CHIARO:
In questo caso si ha la mancanza dell'embrione e del sacco vitellino, sarà quindi presente solo la camera ovulare che può essere anche normale. In alcuni casi si manifesta con perdite ematiche e i valori dell'HCG potranno anche essere normali.

PATOLOGIE DEL TROFOBLASTO:
il trofoblasto altro non è (semplificando il concetto) che il precursore della placenta; le sue patologie sono molto varie (iperplasia, mola vescicolare, corioncarcinoma...) e per fortuna rare; queste patologie si possono presentare con nausea, vomito e perdite ematiche. L'ecografia permette quasi sempre di mettere in evidenza tali alterazioni. L'HCG può essere aumentato.

GRAVIDANZA EXTRAUTERINA:
è una complicanza molto grave e spesso di difficile diagnosi; la forma più frequente è quella tubarica, ma a volte si possono sviluppare anche nel collo dell'utero o in cavità addominale...
Inizialmente possono mancare completamente i sintomi, successivamente si può manifestare con perdite di sangue e dolore e si può arrivare fino alla rottura della tuba, evento che richiede trattamento chirurgico d'urgenza.
All'ecografia si metterà in evidenza un utero gravidico ma vuoto; se si ha un HCG elevato è necessario porre il sospetto di gravidanza extrauterina.
Una volta individuata la sede dell'impianto è importante escludere la presenza di versamenti ematici liberi in cavità uterina in quanto possono preludere ad una rottura della tuba.


DISTURBI PIU' FREQUENTI IN GRAVIDANZA E POSSIBILI RIMEDI
-nausea e vomito: consumare pasti leggeri e seguire una dieta equilibrata; in casi gravi assumere antiemetici
-scialorrea (aumentata secrezione salivare): non esistono rimedi efficaci
-stitichezza:fare attività motoria, consumare molta frutta e molta verdura (crusca); bere molto ma non esagerare con le bevande gasate
-emorroidi: ricorrere a supposte analgesiche ma sono molto utili anche le tisane alla liquirizia e altea.
-reflusso gastro-esofageo e bruciore gastico: usare antiacidi e dopo i pasti mantenere la stazione eretta, abolire o limitare i caffè (max 1-2 al giorno). E' provocato dal reflusso nell'esofago dei succhi gastici acidi
-varici: utilizzare calze elastiche e passeggiare almeno 30 minuti al giorno
-edemi localizzati a gli arti inferiori: massaggiare le gambe con un getto di acqua fredda partendo dalle caviglie e salendo verso le ginocchia, può essere utile dormire con un cuscino sotto i piedi; NON USARE FARMACI DIURETICI
-aumento della pigmentazione della cute: scompare dopo la gravidanza
-smagliature: utilizzare creme ed oli idratanti e nutrienti
-difficoltosa respirazione per aumento dell'utero: evitare sforzi
-mal di schiena: il rimedio più efficace è il riposo ed assumere posture corrette (non piegare le spalle in avanti o troppo indietro, non portare tacchi troppo alti e dormire su un materasso rigido
-tachicardia (aumento della frequenza cardiaca): torna normale dopo il parto
-sindrome del tunnel carpale: usare vitamina b6 e diuretici blandi; provocata dalla ritenzione di liquidi che causa compressione del nervo mediano con dolore
-attacchi di fame: è possibile seguire le proprie voglie ma è importante non eccedere ed è quindi consigliabile fare spuntini a base di frutta e yoghurt

Ricorda che:
1. in automobile la cintura va tenuta con la parte orizzontale sotto la pancia (MAI SOPRA) e con la parte trasversale che passa sul seno
2. se dopo il settimo mese inizi ad avvertire contrazioni frequenti e dolorose è necessario stare a riposo e contattare il ginecologo
3. devi assumere una buona dose giornaliera di ferro (uova, carne, trote, sogliole, lenticchie, fagioli) e vitamina C (kiwi)
4. il FUMO AUMENTA IL RISCHIO DI ABORTO E DI PARTO PREMATURO
5. la carenza di sali minerali fa aumentare la nausea e provoca un rallentamento nella crescita del bambino
6. durante la gravidanza è possibile prendere la tintarella ma con un'adeguata protezione per evitare la comparsa di macchie scure
7. è possibile fare sesso durante la gravidanza, provoca la produzione di sostanze che rilassano mente e corpo...DA EVITARE LA PENETRAZIONE SE CI SONO STATE MINACCE D'ABORTO

7 commenti:

  1. ... e nonostante tutto ciò che potrebbe accadere, il miracolo della vita si perpetua sempre :)
    ma qualche dritta in più aiuta ;)
    Brava!
    Un bacio

    RispondiElimina
  2. Sei sempre precisa e molto chiara, ti ringrazio, io come si suol dire "ho già dato" ma è sempre interessante leggere queste notizie.
    Ti abbraccio cara!

    RispondiElimina
  3. io non ho figli e non credo ne avrò...ma è sempre interessante leggerti.
    Sono notizie utili...non perdere mai la tua umanità...abbiamo bisogni di bravi medici, ma sensibili come te.

    RispondiElimina
  4. Come sempre vi ringrazio di cuore...scusatemi per le assenze prolungate ma in questo periodo sto studiando come una matta...lunedì mi appresto a dare il terzo esame in 2 mesi..speriamo beneee. Incrociate le dita per me :P

    RispondiElimina
  5. Le dita sono incrociate, ti prego, scrivi qualcosa lunedì così possiamo distenderle!
    In bocca al lupo!!!

    RispondiElimina
  6. e allora?...l'esame?...mi lasci sempre con tutto incrociato...alla mia età non si disincrocia più....sono vecchia lo sai ....
    un grossissimo kisssssssssss

    RispondiElimina
  7. ciao lore quello precedente è andato bene davvero..purtroppo su 10 sono stata l'unica a passarlo e uno dei due prof quando mi sono seduta era un po' alterato ma alla fine è andato tutto bene...mi secca solo che quel 26 mi abbia rovinato la media ma per ora me lo tengo perchè è una materia propedeutica.
    Adesso lunedì ho un altro esame: reumatologia e malattie del sistema immunitario...speriamo vada tutto bene!
    Un kiss grande grandeeee

    cara pepe lunedì sarà difficile poter scrivere com'è andata: l'esame inizia alle 16 e io sono la 27...pensi che per mezza notte avrò finito?
    Un baciooo

    RispondiElimina