Video

Loading...

mercoledì 13 gennaio 2010

Tragedia!!! Il terremoto devasta Haiti

Haiti!!!
Il terremoto torna a colpire!
Un sisma di magnitudo 7, con epicentro a 15 km dalla capitale Port-au-Prince,si è abbattuto su Haiti colpendo quasi 2 milioni di persone.
In migliaia sono rimasti sepolti sotto i detriti.
La maggior parte degli edifici non ha retto allo sciame sismico (fino ad ora si contano più di 33 scosse di terremoto); sono crollati tre ospedali su quattro; il quartier generale delle Nazioni Unite, il palazzo presidenziale, sono venuti giù come tessere di domino; tutta la città è stata rasa al suolo.
Tutto è iniziato alle 23:53 ora italiana con una scossa del 7,3 grado della scala Richter; le scosse di assestamento hanno una magnitudo di circa 5.5 (circa quella della scossa principale che ha sconvolto l'Abruzzo); ben presto la capitale è stata avvolta da una densa nube grigia di polvere con migliaia di persone sepolte dalle rovine.
Secondo le poche testimonianze in città ci sono cadaveri lungo le strade e si scava a mani nude per salvare chi è rimasto sepolto.
Ad aggravare tutto è l'assenza di luce (durante la notte gli scavi per liberare chi è rimasto sepolto devono arrestarsi) e di mezzi di soccorso; le comunicazioni sono inoltre difficilissime e le notizie, quindi, spesso incomplete.



E' partita la macchina dei soccorsi: dall'Italia, Usa, Canada e Francia si stanno preparando ad inviare squadre di soccorso; l'Onu ha diramato un messaggio di allerta a livello mondiale per preparare una mobilitazione massiccia dei soccorsi.

Al link (http://www.ansa.it/web/notizie/rubriche/mondo/2010/01/13/visualizza_new.html_1673051148.html)del sito dell'Ansa è possibile leggere testimonianze provenienti dai luoghi terremotati

Ancora una volta migliaia di persone:donne, uomini, bambini, anziani hanno bisogno del nostro aiuto. Sono rimasti senza casa, hanno perso tutto ciò che avevano...e allora è il momento di dare una mano anche noi...servono cibo, acqua, abiti, coperte, farmaci ed assistenza medica
Per sostenere i soccorsi si possono inviare offerte a:

-Caritas Italiana tramite C/C postale n. 347013 specificando nella causale: «Emergenza terremoto Haiti» o telefonando a Caritas Italiana tel. 06 66177001

-Medici senza frontiere chiamando il numero verde 800.996655 oppure lo 06.44869225; tramite conto corrente postale 87486007 intestato a Medici senza frontiere onlus causale Terremoto Haiti.

-Offerte sono possibili anche tramite altri canali, tra cui: UniCredit Banca di Roma Spa, via Taranto 49, Roma - Iban: IT50 H030 0205 2060 0001 1063 119 - Intesa Sanpaolo, via Aurelia 796, Roma - Iban: IT19 W030 6905 0921 0000 0000 012 - Banca Popolare Etica, via Parigi 17, Roma - Iban: IT29 U050 1803 2000 0000 0011 113 - CartaSi e Diners telefonando a Caritas Italiana tel. 06 66177001 (orario d’ufficio)

-Si possono effettuare donazioni tramite: c/c postale 745.000, causale: ‘Emergenza Haiti’; carta di credito online su www.unicef.it, oppure chiamando il numero verde Unicef 800745000; c/c bancario Banca Popolare Etica IBAN IT51 R050 1803 2000 0000 0510 051”

-Nelle prossime ore sarà attivato l’sms solidale

Facciamo sentire il nostro calore a questa povera gente...aiutiamoli!!!

7 commenti:

  1. aiutiamo e preghiamo.. perché possano uscirne il più presto possibile..
    :(

    RispondiElimina
  2. dal dire al fare c'e sempr di mezzo il mare..

    RispondiElimina
  3. Una tragedia terribile. La sofferenza nei loro volti la devastazione della loro terra. Non ci sono parole.

    RispondiElimina
  4. E' davvero una grande tragedia: il terremoto è stato fortissimo ed ha colpito una popolazione che già aveva così poco... non è giusto, non è mai giusto!!

    RispondiElimina
  5. Vero Daniela non è mai giusto...non è nemmeno giusto che quella gente viva in condizioni disumane la propria quotidianità...Quando succedono queste catastrofi tutto il mondo è solidale e arrivano aiuti da tutti i paesi: mi chiedo perchè non pensino ad aiutare questa gente anche in assenza di calamità...dimostriamo solidarietà solo in questi casi e non facciamo nulla per aiutare chi soffre a meno che non sia colpito da tragedie immani; dimenticando che c'è chi ha bisogno di aiuto SEMPRE!!!
    Vi ringrazio tutti e vi mando un abbraccio forte

    RispondiElimina
  6. e il bilancio è sempre più scongolgente nella sua provvisorietà...
    un abbraccio

    GM C

    RispondiElimina